PANTELLERIA, LA PERLA DEL MEDITERRANEO

TREKKING LUNGO I SENTIERI DELL'OSSIDIANA

DAL 2 AL 9 OTTOBRE 2022

Pantelleria, perla verde del Mediterraneo, è la più grande delle isole siciliane, la quarta isola italiana per estensione.

Una fitta rete di sentieri ricavati dalle antiche mulattiere e sentieri di montagna, un tempo il regno incontrastato dell'asino pantesco, è oggi il regno degli escursionisti.

 

Questi sono solo alcuni dei motivi che mi spingono a proporre un trekking in questa isola a cavallo fra Europa e Africa, ai quali si devono aggiungere il mare incontaminato, i paesaggi della macchia mediterranea influenzati dalle origini vulcaniche di questo territorio, la fauna che la abita o che la sceglie come sosta per gli spostamenti migratori.

 

Non ultimo la storiadelle popolazioni che qui si sono succedute e le tradizioni che ancora oggi vengono tramandate di generazione in generazione.

 

Programma

1° giorno - Arrivo a Pantelleria

Volo da Torino – Arrivo e trasferimento in pullman dall’aeroporto all’hotel. Sistemazione in hotel. Check-in. Cena e pernottamento.

 

2°giorno: LAVE DEL GELFISÈR

Iniziamo subito da un itinerario bellissimo e di tutto rispetto, con una sorprendente alternanza di scenari e scorci panoramici di grande impatto suggestivo, sin dal punto di partenza: il Bagno dell'Acqua o Specchio di Venere, un Lago vulcanico, pochi metri sopra il livello del mare.

Dopo un avvio piacevolissimo intorno alle sue sponde, immersi nell'habitat lacustre, l'escursione svelerà la parte più selvaggia dell'entroterra, viaggiando intorno all'impervio Gelfisèr (394 m) e alla sua sciara di fuoco, in un susseguirsi di salite e discese fino al cratere, e con una lunga discesa finale, per una durata di circa 6 ore (pausa pranzo inclusa), più eventuale bagno termale al Lago.

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Caratteristiche del percorso: lunghezza 11 Km; durata circa 6 ore;  dislivello positivo complessivo 435 m circa.

 

3° giorno: LAVE DEL KHAGIÀR (Hagar = pietra nera)

È l'escursione più coinvolgente, per i contrasti pittorici e la scenografia aspra e senza compromessi, con il mare sullo sfondo, sempre più vicino al percorso... circa 5 ore, pausa pranzo e Museo Vulcanologico (se aperto) inclusi.

Dopo un brevissimo passaggio sulla strada perimetrale, si prosegue lungo il Sentiero romano: un magnifico camminamento in lastre di pietra lavica che s'incunea dentro la macchia-boscaglia, tra lecci, corbezzoli, lentischi, eriche, euforbie, ginestre selvatiche, e un sottobosco ricco di elicriso, aglio selvatico e cipollaccio costiero.

Oltrepassata ancora la perimetrale, il percorso raggiungerà il mare presso Cala Cottone, sotto una minuscola valle degna d'un acquerello; mentre ad ovest, dopo un tortuoso passaggio costiero a picco sul blu, il faro di Punta Spadillo si staglierà tra scogliere color colore antracite, cinte di ginepri, eriche e caprifogli e punteggiate dalle vestigia di una batteria antiaerea e antisbarco della II Guerra Mondiale.

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Caratteristiche del percorso: lunghezza 5,5 Km; durata 5 ore circa; massimo dislivello positivo complessivo 120 m circa.

 

4° giorno: MONTAGNA GRANDE (il tetto dell'isola)

Si tratta dell'itinerario più verde e panoramico, raggiungendo la cima più alta dell'isola (a 836 metri), attraverso piste sterrate tagliafuoco e sentieri di montagna immersi nel bosco, con una prima parte quasi costantemente in salita ed il ritorno all'inverso, per una durata di circa 5 ore e mezza (pausa-pranzo inclusa).

Dopo una prima ascesa nel piccolo cono ancora fumante di Kùddia Mida, col magnifico belvedere sul Lago e la costa nord, vi perderete tra le mille infiorescenze della primavera, a partire dalla preziosa Serapide cossyrensis (l'orchidea endemica di Pantelleria, immancabile in aprile).

Dopo il belvedere sul Gibèle e una sosta emozionale alla Grotta dei Briganti (un tunnel di lava trachitica, in cui, nel 1863, venne catturata la banda dei Briganti di Pantelleria), concluderete in bellezza nel Bosco degli Elfi, tra vestigia pastorali ferme nel tempo, ammantate di felci, muschi, licheni, calle selvatiche e ombelichi di Venere.

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Caratteristiche percorso: lunghezza 10,2 km; durata 5 ore e mezza circa;  dislivello positivo complessivo 400 m circa.

 

5° giorno - Giro dell'isola in barca

In mattinata partenza per il Giro dell’isola in barca per contemplare lo splendore dell’isola dal mare, con numerose soste per fare il bagno. Pranzo a bordo. Rientro nel pomeriggio a Pantelleria porto. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

 

6° giorno: GIBÈLE

Quest'escursione esplorerà i segreti del Gibèle (il più grande cono vulcanico dell'isola, vecchio di 35.000 anni fa), tra scenari fiabeschi, fermi nel tempo, su strade sterrate e carrozzabili, lastricati di pietra lavica e sentieri di montagna, su un classico itinerario da trekking, inizialmente pianeggiante (presso Piano di Ghirlanda), poi costantemente in salita fino ai 700 m della cima e con una brusca discesa finale, per una durata di circa 6 ore (pausa-pranzo inclusa).

È un viatico per la conoscenza dell'isola, spaziando tra geologia, natura, storia, architettura, con tutti i temi del paesaggio rurale pantesco e scorci panoramici di grande effetto. Tra le sue note più suggestive: la fertilissima valle di Ghirlanda; la necropoli Tardo-Antica del Boschetto dei Gibbiùna; il bosco sempreverde, ricco di lecci, pini marittimi, corbezzoli ed eriche arborescenti; i resti della batteria antiaerea della II Guerra Mondiale.

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Caratteristiche percorso: lunghezza: 10 km; durata: 6 ore circa; dislivello positivo complessivo 600 m circa.

 

7° giorno ESCURSIONE: FAVÀRE (Fawwara = corso d'acqua)

È un itinerario piacevole e alla portata di chiunque, snodandosi prevalentemente in discesa, dal parcheggio di Benikulà a Rakhàli, fino a Scàuri, in circa 5 ore (pausa-pranzo inclusa, più eventuale sauna). È anche il più suggestivo, per il contesto paesaggistico (degno d'un film di Sergio Leone), ed i fenomeni di vulcanismo secondario che si susseguono durante il tragitto, a partire dalla Grotta del Bagno Asciutto di Benikulà: una spaccatura nella lava da cui fuoriescono (a 100 gradi di temperatura) vapore acqueo, metano, zolfo e altri prodotti del vulcanismo, in cui potrete sostare per una sauna naturale, all'ombra di lecci e fichi d'india. Tra gli altri punti salienti dell'escursione rammentiamo il Passo del Vento (un meandro stretto tra i fianchi della Montagna Grande e due coni vulcanici, ove una brezza assicura refrigerio anche nelle giornate più afose); la Fossa del Rosso (un duomo lavico, alto 481 m, punteggiato da vestigia del II Conflitto Mondiale), la Favàra Grande, la più grande fumarola, incorniciata da un un remoto altipiano (immutato nel tempo) ove si pratica la pastorizia.

Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Caratteristiche percorso: lunghezza 9,5 km; durata: 5 ore circa; dislivello positivo complessivo 230 m circa.

 

8° giorno - Partenza

Colazione. Check-out. Trasferimento in aeroporto. 

 


Difficoltà

Le escursioni sono tutte classificate con difficoltà E - Escursionistico - e necessitano di un buon allenamento per essere portate a termine con soddisfazione- Occorre avere effettuato, nei due mesi precedenti, almeno dieci escursioni montane di 500 o più metri di dislivello.

N.B. Il programma potrebbe subire variazioni in base alle condizioni meteorologiche.

 

Partecipanti: numero massimo 12 persone


Materiale a carico dei partecipanti

 Macchina fotografica e binocolo sono consigliati, ma rimangono a discrezione dei partecipanti.


Costi pro capite

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (10 persone):                                                                                       € 1.100,00

 

Supplemento volo con bagaglio in stiva:                                                                                                                      € 200,00 (quotazione al 15 giugno)

 

La quota comprende: trasferimento da e per l’aeroporto di Pantelleria – sistemazione in hotel 4* in camere doppie con trattamento di mezza pensione – escursione in barca con pranzo a bordo – trasferimenti in bus per il raggiungimento dei vari percorsi – guida naturalistica per tutta la durata del viaggio – assicurazione medico + bagaglio.

 

La quota non comprende: bevande – pranzi (tranne quello in barca) – volo da Torino – tutto quanto non indicato ne ‘la quota comprende’.

 

 


Modalità prenotazione e di pagamento

Per confermare la propria partecipazione è possibile inviare un e-mail a info@tortugaviaggi.it entro il 1 settembre 2022.


Il viaggio si avvale del supporto tecnico di Tortuga Viaggi www.tortugaviaggi.it


foto Laurent Carré 2014

Follow me on:

 

Luca Francesco Maria Giraudo  - Piazza dell'Olmo 14 - 12012 Boves CN

Ornitologo - International Mountain Leader - Accompagnateur en Montagne BE France - Accompagnatore  Naturalistico Regione Piemonte - Accompagnatore Turistico - Istruttore nazionale Nordic Walking SINW

e-mail: luca.giraudo21@gmail.com - cellulare +393336678359 -  portable +33767220496

C.F. GRDLFR64R09B101Z - P. IVA  03749750042

 

 

 

 

 

 Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2022