Gli uccelli, compagni di viaggio

Gli uccelli, compagni di viaggio · 14 settembre 2020
Migrare, per gli uccelli, significa spostarsi con una periodicità regolare fra i quartieri invernali ad un luogo dove si troverà nutrimento, rifugio e si potrà procreare con successo.
Ho un ricordo ben impresso nella mente. Era l’inizio degli anni ‘90, ero in Valle Roya, valle boscosa e molto selvaggia. D’un tratto un rapace appare sopra le chiome.

Gli avvoltoi hanno una capacità di volare che è unica fra gli uccelli ed è finalizzata a coprire enormi distanze con il minimo sforzo.
Un'ora di canto, ovvero l'ascolto dei suoni della natura a km 0

Ricordo il mio primo sordone, osservato un giorno d’inverno di parecchi anni fa in una borgata di Celle Macra, qui nelle vallate cuneesi...
L'analisi del cranio di centinaia di specie di uccelli attuali ed estinte ha fatto luce sull'evoluzione delle dimensioni del loro cervello.

Michele, un biancone dotato di GPS, è tornato in Italia.
Il codirosso spazzacamino. In questa foto di Francesco c’è, secondo me, l’essenza di questo piccolo animale.

Le rondini, in arrivo dall'Africa, hanno cambiato le loro abitudini in rapporto al cambiamento climatico?
Un fossile racconta l'alba dell'evoluzione degli uccelli. Le Scienze, marzo 2020.

Mostra altro